Le vendite olandesi frenano22.12.2012

market_00

Il mercato delle bici in Olanda è un riferimento per gli altri paesi, che sperano in un dato isolato quando scoprono un abbassamento delle vendite nel 2012, mai verificato nell’ultimo decennio.

“Sembra che la crescita del numero di bici elettriche vendute, come l’innalzamento del prezzo medio, si stia fermando in Olanda” dice Niels van Steijn alla presentazione annuale dei dati di mercato. “Tra gennaio ed ottobre 2012, 146.282 bici elettriche sono state vendute nel territorio olandese, lievemente meno che nello stesso periodo del 2011. Dal punto di vista monetario significa un abbassamento di mercato del 12%, è la prima volta dal 2004.”

Non è chiaro se questo cambio di tendenza sia dovuto a una primavera più fredda del solito e a un’estate piovosa in un periodo dell’anno dove le vendite abbondano, o se è dovuto a poca confidenza da parte dei consumatori. Si dovrà aspettare l’anno prossimo per capire come evolve.

C’è da dire che il resto del mercato delle due ruote è andato anche peggio, con un abbassamento del 23% sulle vendite delle bici da città, e del 21% sulle bici per bambini. Solo la fetta del FaiDaTe è aumentata, del 7%.

In Olanda le bici a pedalata assistita sono ancora considerate per adulti sopra i 50 anni, essendo l’80% degli acquirenti. Questo sta cambiando lentamento grazie ai produttori che pubblicizzano mezzi più adatti a una clientela più giovane, una volta raggiunto questo obiettivo il potenziale sarà enorme.

Già oggi il 10% delle case olandesi contiene una bici elettrica.

Questo cambio di rotta potrebbe essere un bene per il mercato, obbligando i marchi ad aumentare la qualità dei mezzi o ad abbassare i prezzi, rendendo queste bici più appetibili.

Source BikeEU