Specialized Turbo, anche troppo!30.03.2012

specialized_ebike_00

Specialized lancia una nuova bici elettrica, che sostiene essere la più veloce al mondo. Dopo tre anni di sviluppo la marca produce la sua prima eBike: la Specialized Turbo. Dotata di un motore da 250W raggiunge i 45 Km/h, superando i limiti consentiti per circolare senza targa.

Il Product Manager Marc Faude ha ammesso in una lettera alla stampa che: “per via di requisiti di legge, ci sono molti paesi dove la Turbo è troppo veloce per essere legale”. In realtà in Italia basterebbe omologarla come ciclomotore.

La batteria della bici è una 342Wh a Ioni di Litio integrata al telaio in fibra di carbonio che si ricarica in sole due ore, oltre ad avere la frenata rigenerativa; l’autonomia si aggira sui 40Km se il mezzo viene spinto al limite delle sue prestazioni. Il “pannello di controllo” è wireless ed è fissato al manubrio, mostrando carica della batteria, velocità, ora, distanza e controllo dei fari.

La bici verrà commercializzata solo in Europa a partire da Maggio a € 5499 con un numero limitato di esemplari, sarà poi riproposta in autunno.

Nella lettera Faude dice: “La Specialized Turbo è una bici urbana ad alte prestazioni, con motore e batteria integrati per una velocità assistita massima di 45 km/h. In ogni caso non chiamatela Pedelec – questa è una nuova categoria di bici urbana ad alto impatto visivo, dotata di una guidabilità diversa da tutte le altre. La caratteristica più importante della Turbo è la velocità: tutto ciò che riguarda il design ed ogni dettaglio ingegneristico durante i tre anni di sviluppo del progetto mirano a fare di questa bici la più veloce e la migliore sul mercato. Siamo certi di avere ottenuto il risultato desiderato e una volta che l’avrete provata crediamo che sarete d’accordo con noi.”

Galleria

Video

Source Bike Radar