Opel e la sua bici elettrica08.02.2012

opel_rade_00

Al Salone di Ginevra 2012, dal 6 al 18 Marzo, oltre alle due nuove vetture Mokka e Astra OPC la casa automobilistica Opel presenterà il suo concept di bici a pedalata assistita: la “RAD e” sarà, secondo la casa madre, la prima e-bike costruita secondo i principi strutturali automobilistici.

Comunicato Stampa:

A Ginevra Opel presenterà lo studio di design “RAD e” – una futuristica bicicletta a pedalata assistita che completa l’attuale strategia di mobilità del marchio e offre un’idea di mobilità urbana e individuale davvero integrata.

La RAD e – la prima bicicletta elettrica a essere costruita secondo principi produttivi e strutturali automobilistici – si caratterizza per i tipici stilemi Opel come gli elementi a forma di boomerang che rievocano l’Ampera e la concept RAK e.

La tecnologia pedelec si caratterizza per il motore da 250 watt che assiste il ciclista durante le fasi di pedalata ed è in grado di raggiungere un’autonomia di assistenza elettrica compresa tra 60 e 145 chilometri. In questo senso, la RAD e è una risposta ai bisogni di mobilità dei clienti quando l’uso dell’automobile è limitato o impossibile.

La presentazione della RAD e avviene in un momento in cui si prevede che le biciclette a pedalata assistita svolgeranno un ruolo fondamentale nei futuri progetti di trasporto urbano integrato, che prevedono la presenza di biciclette elettriche, automobili e autobus. La RAD e ricorda anche in modo elegante il primo periodo industriale di Opel, caratterizzato dalla produzione di biciclette.

Nell’ambito del 150° anniversario di Opel, i progettisti hanno sviluppato uno studio che possiede un valore storico e offre una visione del futuro.

Source ANSA